Indice del forum
FAQ   Cerca   Lista utenti   Gruppi   Registrati  Profilo   Messaggi privati   Log in 

MA LEGGETE SOLO LIBRI?... NON CREDO!!

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Piazza Grande: parliamo di libri
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Mer Mar 04, 2009 5:04 pm    Oggetto: MA LEGGETE SOLO LIBRI?... NON CREDO!! Rispondi citando

Ciao a tutti,
mi è venuto in mente di farvi una domanda attinente alla lettura in generale.
Mi chiedevo se siete di quelli che leggono solo LIBRI, o se, invece, leggete anche quotidiani, riviste, settimanali, fumetti, libri di cucina... se siete abbonati a qualche rivista, o se lo siete stati.. se leggete degli allegati a quitidiani... o qualsiasi altra cosa.
Sia chiaro che non mi interessa dedurre di che corrente politica siate.. per quello ci sono altri forum Wink .
Rispondete solo se vi va, e come vi va!
Ciao
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Sab Mar 21, 2009 1:49 pm    Oggetto: rispondo volentieri Rispondi citando

Risppondo volentieri alla tua domanda destino.
non leggo solo libri, leggo anche riviste, nonostante le vere riviste non siano a buon mercato.
Cerco di stare alla larga dalla carta stampata che tutto è tranne che riviste (vedi i famosi giornali da barbiere), ma li ho acquistati per un periodo, perchè davano la sensazione di acquistare un periodico.
Leggo anche riviste specializzate in fotografia o informatica, ma spesso si rivelano gradi redazionali.
Ultimamente sto leggendo meno, ma appena potrò acquisterò anciora.
ho visto anche riviste straniere come quelle francesi (Conosci la "Revue Esprit?") che potrebbero essere interessanti, anzi.. ma quella al momento non ho avuto modo di acustare.
Ho avuto tra le mani qualche vecchio numero...
Ora termino,
Feodor La Pira Cool
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 1:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao feodor,
grazie per aver risposto, riguardo la rivista francese "Esprit" la conosco perchè ne ho sentito parlare, ma ti dico anche che, purtroppo, non sono in grado di leggere ne in francese, ne in inglese, diciamo pure che sono molto ignorante riguardo le lingue Embarassed . Sono capace solo di dare indicazioni ai turisti, e di usare un po' di entrambe le lingue nel mio lavoro, all'occorenza. La mia preparazione del francese e dell'inglese è scolastica, quindi puoi immaginare.... Crying or Very sad

Io leggo settimanalmente tutti gli allegati del "Corriere della Sera" e di "Repubblica", anche se non sempre riesco a farlo in modo completo.
Per molti anni sono stata abbonata alla rivista "Medioevo" e compravo anche tutti i suoi numeri speciali "Dossier Medioevo", ne sono ancora affascinata, anche se non più abbonata. Li conservo tutti gelosamente catalogati per argomento, per personaggi..
Le riviste di cucina non fanno testo Laughing , anche se le acquisto di tanto in tanto..
Le riviste sulla casa mi piacciono, ma costano troppo e cerco di limitarmi, in genere preferisco quelle sullo stile antico, country, provenzale, ma anche vittoriano... insomma niente di moderno!!! Troppo freddo per i miei gusti. Confused
La cosa che mi spaventa di più leggere sono i quotidiani Shocked , non solo perchè non sopporto l'odore e la carta con la quale vengono fatti, ma mi angoscia l'idea di leggere tutti quei trafiletti... Mio fratello dice che faccio ridere, perchè sono sempre in grado di leggere libri grossi quanto un'enciclopedia e poi mi spavento di un quotidiano.. è più forte di me! Sono un po' ridicola per questo lo ammetto.
Inutile dire che ciò che leggo con più passione, con più amore e devozione siano i miei adorati libri!
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 2:32 pm    Oggetto: i quotidiani... Rispondi citando

Ciao Destino,
I quotidiani hanno subito una trasformazione in questi anni, almeno così sembra a me.
Oggi sono più segno di rappresentanza che veri strumenti di informazione.
Sarà che ho iniziati a leggerli a 13 anni, ma oggi fatico perchè non riesco a trovare una testata degna.
Ho acquistato ultimamente il corriere della sera, non sapendo cosa mi rappresentasse, ma solo perchè era venduto insieme alla Gazzetta dello sport.
Ho scritto per due anni su un quotidiano locale (La Città di Bari)
Praticamente dal 1996 al 1997, poi il giornale ha chiuso.... e non ho trovato altro spazio.

Non è che io me la cavi meglio con le lingue; sono riuscito a farmi inviare per un periodo il Wall Street Journal Europe Gratis ed anche un quindicinale europeo :"The European Voice".
mi piace il tuo modo di scrivere, non so ...
A proposito, in passato ho acvquistato Historia, sono stato abbonato a Micromega (Io intendo riviste queste ossia Micromega, Limes, Il Mulino...)
Il libro, io lo sento come qualcosa di distaccato dalla attualità, quasi più "snob", per questo penso che non riesci a leggere i quotidiani.
La rivista di cui parli tu, non la conosco, sono curioso....
Feodor La Pira
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 2:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ti rispondo subito... Il Mulino è una rivista che mi attira molto e anche la casa editrice ha pubblicato dei testi di storia molto interessanti . Ora che si è ulteriormente rinnovata non ho avuto ancora modo di leggerla, ma sto vedendo nuovi libri in libreria e continuo a trovarla molto singolare.
Historia non l'ho mai acquistata, ma immagino mi piacerebbe molto.
Complimenti per la tua esperienza da redattore di un quotidiano, ti auguro che con il tempo possa ricapitarti una nuova esperienza Wink .
Un'altra domanda... ti do l'impressione di essere "Snob"?.. Se è così mi spiace... spero di non esserlo Rolling Eyes. I quotidiani mi sembrano veramente troppo lunghi, ecco tutto.
Ciao
Cool

P.S. Per la rivista "Medioevo" io posso dirti che è fatta molto bene. Anche perchè tratta l'argomento in maniera completa e poi è scritta da Storici di fama internazionale... e non è poco.
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 3:03 pm    Oggetto: mi rendo conto che le parole... non ti vedo snob Rispondi citando

Mi rendo conto che le parole hanno un loro significato e che devono essere rispettate.
Non intendevo prendere il suo dato negativo, ne ritengo che tu sia snob, ma cercavo di trovare un modo sintetico per dire di cercare una distanza da un modo di vedere l'attualità solo da tifosi.
Non a caso la avevo messa tra parentesi.
sui quotidiani spesso c'è quella che si cerca far diventare una realtà quasi di parte, ed ecco che per rimanere oggettivi, bisogna essere un attimo distaccati.
Ti domando: C'è chi parla di nuovo di Leader Carismatici, citando weber, sui media c'è la caccia al mostro stile girolimoni... secondo te cosa succede?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 9:52 pm    Oggetto: Re: mi rendo conto che le parole... non ti vedo snob Rispondi citando

feodor ha scritto:
sui quotidiani spesso c'è quella che si cerca far diventare una realtà quasi di parte, ed ecco che per rimanere oggettivi, bisogna essere un attimo distaccati.
Ti domando: C'è chi parla di nuovo di Leader Carismatici, citando weber, sui media c'è la caccia al mostro stile girolimoni... secondo te cosa succede?


Ciao feodor,
mi poni delle belle domande e non so se sarò in grado di essere all'altezza di risponderti, ma tenterò di scrivere qualcosa.
Tu che hai scritto per un giornale, saprai sicuramente, meglio di me, come funziona il mondo del giornalismo. Hai detto bene, quando parlavi dell'essere di parte. Mi sembra giusto che ogni testata segua una propria "corrente", meno giusto trovo, invece, il cercare, da parte di questa medesima testata, (una qualunque, per intenderci), di fare della sua verità la "verità assoluta", inconfutabile. Mi sembra, a volte, offensivo nei confronti di chi non legge solo quel giornale, ma cerca altrove ulteriori informazioni.
Ogni volta che c'è una notizia eclatante, tutti "cavalcano l'onda", dando in pasto ai lettori ciò che vogliono. E qui viene il punto, ho idea che i giornalisti, in qualche modo, cerchino di dare ai loro affezionati ciò che essi si aspettano. Senza limiti, senza censure, ognuno dovrebbe censurarsi... almeno qualche volta. Invece no! Ti danno tutto quello che vuoi sapere, anche i particolari che, ai fini della notizia, sono irrilevanti; e chi più sa più vuole sapere. Peccato che, spesso, l'interesse per una notizia si orienti verso il mero "pettegolezzo". Siamo un popolo di pettegoli... purtroppo!!!
Il mio è un discorso in generale. Si parla di crisi, giù tutti a riempirci la testa a piangerci addosso e la TV che fa, i giornali che fanno... fomentano il tutto accontentando i troppi "piagnoni". Qual'è la soluzione? Un Leader Carismatico che scenda come manna dal cielo. Citano Max Weber, peccato che si fermino solo alla sua affermazione in cui fa capire che "la politica è scontro, non è morale"!!! Io vedo solo scontri e scontri.
Accade "l'ennesimo" stupro... non ne parliamo, la caccia è aperta, ci riempiamo tutti la bocca e le orecchie con tutto quello che ascoltiamo e leggiamo e siamo assetati di sapere il particolare, il colore dei capelli, che "alito" aveva il "mostro" e vorremmo linciarlo e vorremmo vederlo. Pronti i giornali ci accontentano e così per settimane tutto ruota intorno all'ennesimo "osso da spolpare"... io mi vergogno!!!
Vivo a Roma da un po' di anni, pur non essendo romana, so chi è stato Gino Girolimoni e so chi è ancora oggi per molti romani "Gino Girolimoni il Pedofilo", che tristezza, che ingiustizia, condannare un innocente anche da morto per un reato che non ha mai commesso.
Ma la gente, all'epoca, fu presa da isterismi, bisognava trovare qualcuno da additare, bisognava far sentire più sicuri i cittadini. "Che paghi uno per il silenzio di tutti". Morì povero e dimenticato, ma soprattutto mai redento, ne perdonato!
Non è il caso di fare ulteriori esempi di strumentalizzazione da parte dei "Media".
Ma una cosa la voglio ancora dire, sappi che una delle cose che più mi piace fare è "osservare il genere umano" nel suo insieme, non per criticarlo, ma per capirlo. Dico spesso che "la conoscenza aiuta la comprensione", in ogni campo, in ogni luogo. Se conosco a fondo posso capire, comprendere, tollerare. Ma dov'è la verità, o meglio, ci sono tante verità e tutte vere, o tutte false. Una verità non basta mai da sola, ma tante verità spesso ci confondono se non cerchiamo di rimanere "distaccati", come hai detto tu da alcune "realtà".
Ritornando ai Leader Carismatici, non ne vedo, in centro a Roma ho spesso l'occasione di vederne tanti di politici, di osservarli, spesso mi trovo di fronte a personaggi tronfii, che credono di avere il potere in mano, o meglio tentano ad ogni costo di averlo, diceva bene Andreotti che "il potere logora chi non lo ha". Ma ho anche avuto la fortuna di conoscere dei politici che, non solo all'apparenza, ma soprattutto nei fatti meritano rispetto, sia a destra che a sinistra... Peccato che questi personaggi non riscuotano troppo successo all'interno delle loro coalizioni... Troppo onesti, di quelli che fanno venire l'orticaria a chi ha "faticato con ogni mezzo" pur di stare a Montecitorio. Ed ora si merita il meritato riposo!
Vogliamo ancora parlare dei "piagnoni"? (scusa se mi dilungo). Ti faccio una serie di brevi esempi. Giornalmente fuori dalla scuola di mia figlia mi trovo a sentire parlare delle mamme che non fanno che parlare di crisi, crisi e crisi, che non ce la fanno a pagare il mutuo, la spesa, come devono fare.. cosa devono fare... Ti descrivo una delle tipette in questione. Curatissima alle 8 di mattina all'inverosimile, tinta e parrucchiere sempre in tasca, la ricrescita è una cosa che non conoscono. Unghie rifatte con colori e disegnini osceni. Aspetta, non è tutto.. squilla il telefonino.. con una suoneria che ti raccomando.. e dalla borsa esce un modellino di ultima generazione che ancora devono capire come funzioni, ma intanto cel'hanno. Ore 8.30 te le ritrovi al bar, sedute ai tavolini, ogni santissimo giorno, a fare colazione con sigaretta in mano a parlare.... di crisi. Ti assicuro che non mi apposto dietro la siepe, sono loro che gridano!
Qual'è la verità, c'è la crisi? La crisi c'è, ma queste ti sembrano in crisi!? No, ma si lamentano perchè lo sport nazionale non è più il calcio, è la crisi e, credimi, siamo diventati tutti degli esperti.
Io vado in giro con il mio cellulare che poverino non sa cosa significhi fare una foto e quando passo da un bar, se prendo qualcosa lo faccio sempre in piedi. Per me sedermi è un lusso che quasi mai voglio concedermi. Ma sai qual'è il bello che io non mi sento in crisi, per fortuna non sono in crisi. Perchè oggi è in crisi anche e soprattutto chi vuole vivere al di sopra delle proprie possibilità! E immagino tu sappia che l'Italia è satura di questi soggetti.
Scusami mi sono dilungata troppo, mi rendo conto, uscendo dal tracciato. Abbi pazienza!!! Embarassed Se sei arrivato fino a qui, significa che hai letto il tutto. Grazie!


P.S. Hai scritto in un precedente post: Mi piace il tuo modo di scrivere, non so..
Dico grazie se vuole essere un complimento per me, mi fa pensare che hai letto altri miei messaggi, anche se i due puntini finali danno spazio a delle riserve in proposito.
Se, invece, nella fretta ti sei sbagliato e volevi rifeririti alle riviste citate... ti dico, a nome loro, che sarebbero grate di ricevere i tuoi complimenti Laughing .
Ciao
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 10:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ancora una cosa... prometto che è l'ultima!
Cerchiamo sempre di trovare le risposte al di fuori di noi, al di fuori della nostra famiglia, come se tutto potesse risolversi con un miracolo, con un Santone che giunga da lontano a portarci la pace, la serenità, l'onestà, la sicurezza.. Ma credo che, se ognuno di noi, si guardasse più spesso dentro e scendesse in campo per costruirsi come un uomo nuovo, per allevare i propri figli con un esempio sano, per criticarsi più spesso, per amarsi di più, forse, e dico forse, si potrebbe sperare non in un miracolo, ma in qualcosa di tangibile che porti un vero cambiamento in positivo, "dal particolare all'universale". Battiato dice in una sua canzone che: "se vuoi sapere come sarai domani, osserva i tuoi pensieri oggi".
Basta dare la colpa sempre agli altri per quello che di brutto ci succede intorno, gli altri siamo sempre e anche noi stessi.
Quello che io voglio vedere per sentirmi in pace, quasi sempre è un'illusione che mi creo per anestetizzarmi, raramente è una presa di coscienza reale.
Basta, basta, basta.
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 10:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Di la verità feodor... in fondo ti sei pentito di avermi fatto quella domanda vero??? Laughing Laughing Laughing
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 2:04 pm    Oggetto: grazie della risposta Rispondi citando

non mi sono affatto pentito di averti fatto quella domanda.
Ciao destino,
stavo vedendo "In mezz'ora" di Lucia Annunziata e solo allora mi rendevo conto di un ronzio che era presente in pochi (a dir la verità9 spazi televisivi e il pensiero mi tornava ai primi anni del novecento; quando cercavo di capire cosa potesse aver sviluppato le condizioni a far sì che certe espressioni potessero divenire motori di quella che è stata la storia.
Ecco che il caso di Gino girolimoni sembrava essere un ottimo paradigma per una situazione in cui oggi cerchiamo sicurezza, (sperando di non sbagliare) caricando la croce sul cireneo "rumeno" o comunque su chi è diverso da noi.
Io ero convinto che quel tuo problema con la lettura dei quotidiani fosse altro, e ciò che scrivi sembra aderire bene.
Dicevo che mi piace la tua scrittura, per questo: che riescia non essere superficiale, non so, ho l'impressione di una voce che mi parla.
i puntini sono per un'apertura che volevano non sembrare troppo adulatori.
il mio unico però è quello.
ho letto altro, ma non tutto quello che hai scritto, cerco sempre di essere sincero, così cerco di dirti che stavo riflettendo sul fatto che spesso cerco di giudicare mettendo il mio pensiero nello scritto altrui.
Però forse questa volta ero stato lungimirante.
rimango impressionato quando leggo la descrizione dei romani e sembrano troppo simili ai baresi... purtroppo io non riesco ad avere molto contatto con la realtà che mi circonda e non so perchè, ma qua la "crisi" si indossa già da qualche anno: Vivo a santeramo in Colle, patria dei Divani, dove realmente si mostra un tenore di vita che pare aldisopra delle proprie capacità.
il paradosso maggiore è che anche io vivo al di sopra delle mie possibilità, ma la soluzione almeno personale, dovrebbe essere quella di migliorare le mie possibiliità.
Feodor La Pira
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 10:18 pm    Oggetto: Re: grazie della risposta Rispondi citando

feodor ha scritto:
stavo vedendo "In mezz'ora" di Lucia Annunziata e solo allora mi rendevo conto di un ronzio che era presente in pochi (a dir la verità9 spazi televisivi e il pensiero mi tornava ai primi anni del novecento; quando cercavo di capire cosa potesse aver sviluppato le condizioni a far sì che certe espressioni potessero divenire motori di quella che è stata la storia.
Feodor La Pira


Ciao feodor,
perdonami, ma mi sento tanto una "cernia", ma di quelle grosse!!! Embarassed Perchè non ho capito quasi niente di queste parole.. Rolling Eyes
Il resto si, per fortuna Wink .
Rileggendomi ho avuto l'idea di essere sembrata io una di quelle pettegole che cercavo di descrivere, quindi, voglio chiarire. Credimi, quando dico che non sopporto il pettegolezzo, vivo bene in una grande città proprio per questo. L'aver detto di amare "osservare il genere umano", non significava "osservarlo per criticarlo", ma come ho già detto, per CAPIRLO, COMPRENDERLO.. AMARLO DI PIU'!
Il discorso delle tipe che ti ho mensionato è un'altra cosa. Partiamo dal fatto che non mi interessa fare i conti in tasca a nessuno, premesso che, non sia tu a farmi un'elenco di spese che devi sostenere e alle quali non sempre puoi far fronte... per poi comportarti in modo incoerente, (vedi descrizione, nei messaggi precedenti, delle signore "raffinate" che ti ho rappresentato Laughing ).
Vengo da una famiglia in cui mio padre per qualsiasi cosa, mi diceva "è vietata la lagna", che si trattasse di lavoro, di esigenze, di bisogni, di dolori. Lui non si lamentava mai di niente e ci diceva sempre così, non perchè fosse "severo", ma perchè diceva che, agli altri le lamentele non interessano mai. Forse aveva ragione! Rolling Eyes
Quindi a me non cambia niente se uno vuole vivere al di sopra delle sue possibilità, l'importante è che non ti lamenti per ciò che problema non è, l'importante è che non fai pesare altri le tue esigenze.. diciamo pure i tuoi "vizi", (guarda che parlo in generale... il riferimento non è per te, ci mancherebbe).
Tempo fa ebbi una discussione con mio fratello sull'argomento che tu hai citato prima, quello, cioè, del fatto di tendere a migliorare le proprie possibilità. Sono daccordo con te..
Lui diceva che il progresso deve portarmi a non fare rinunce, o meglio, a non rinunciare a ciò che già ho acquisito come una "sana abitudine".
Giusto, perfetto, non fa una piega, ma se nel tempo la situazione generale, famigliare, economica si modifica, assumendo delle connotazioni diverse, non posso puntare i piedi come un bimbo, facendo finta di non vedere che c'è qualcosa che non funziona più come prima, pretendendo così di non fare nessun sacrificio... Ecco com'è che tanti si sentono in crisi.. mio fratello è stato uno di quelli per un po' di tempo, non si rassegnava all'idea che la strada non è sempre "un'autostrada", ma che devi attraversare anche tanti piccoli paesini dove rallenti.. peccato che nessuno pensi mai a godersi lo spettacolo della "lentezza".
Chiunque aspira a migliorare la propria posizione e situazione, credo che sia insito nell'essere umano.. altrimenti non staremmo a questi livelli Rolling Eyes .
Non dimentico comunque chi in "crisi" c'è dentro fino al collo, e anche di queste persone ce ne sono tante, ma tante... gente che sa cosa significa stringere la cinghia, anche quando questa è talmente logora che sta per cedere. E' quest'umanità che ci deve colpire, toccandoci il cuore.. molti di noi si sentirebbero molto più fortunati!
Anche oggi mi sono dilungata...


Ma dimmi una cosa.. di cosa ti occupavi quando scrivevi per il giornale.. sempre se ti va Wink
Ciao e grazie....
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 10:26 pm    Oggetto: Re: grazie della risposta Rispondi citando

feodor ha scritto:
.
rimango impressionato quando leggo la descrizione dei romani e sembrano troppo simili ai baresi... Feodor La Pira


Come da tutte le parti del resto, non credere che Romani e Baresi provengano da un unico ceppo Laughing (scherzo).
Tutto il mondo è paese.. frase fatta, ma che rende bene l'idea.
Nonostante ciò, amo Roma appassionatamente.. mi ha preso il cuore. Sicuramente perchè ho anche la fortuna e sottolineo fortuna, visto che di fortuna si è trattata, di abitare in pieno centro, potendo così godere di tutto ciò che di bello, una città come Roma, può offrire.. Ma giro anche tanto in "solitaria"... per osservare.. il genere umano.. che la popola anche in periferia Wink .
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Mar Mar 24, 2009 2:13 pm    Oggetto: non mi sentivo chiamato in causa da te Rispondi citando

ciao destino,
mi spiace che tu possa aver pensato che abbia potuto vedere qualcosa di personale in ciò che hai detto.
Non pensavo fossi pettegola, semplicemente stavo evitando di dire che senza lavor, come sono io ora è troppo facile vivere al disopra delle proprie possibilità: traduco se le entrate sono vicine a zero, le uscite dovrebbero somigliargli.
solo che la soluzione sta nel capire come evitare che le entrate siano vicine a zero; anche percè tale situazione non può perdurare in eterno, e un filo talmente sottile, che potrebbe spezzarsi troppo facilmente.
Vivo praticamente finanziato dai miei genitori e da qualche euro guadagnato con la distribuzione di volantini, e questo non mi fa crescere, ritengo io.
Il lato economico non è quello caratterizzante nella vita di una persona, per questo spesso asistiamo ad uno sviluppo di una società vuota, dove appunto conta solo chi ha dipù in senso materiale, perchè non si riesce a sviluppare altro.
In quella frase cercavo di dire che ho l'impressione che ci sono delle situazioni che sembrano quasi cicliche, ed ecco che ci irtroviamo a vivere situazioni che possono sembrare simili a momenti già vissuti.
anche a me piace osservare la gente per poterne trarre l'essenza, aldilà di quelle che possono sembrare le dinamiche qutidiane.
confesso che anche io amo Roma, non ci ho passato molto tempo, durante il Giubileo ho fatto il volontario e quindi sono stato lì per un periodo continuativo di due settimane.
è bell muoversi nel cntro storico, non so, sentire la gente , vedere il tevere, pasare per piazza navona.
Il primo cellulare l'ho comperato proprio a roma, in vicolo del Bottino.
Devo essere onesto, forse il fatto di viaggiare gratis sui mezzi pubblici mi aveva aiutato, perchè mi permetteva una mobilità ampia.
Una curiosità, a roma, per esempio in corso Umberto pagavo la tazzina di caffe £ 1000, quando qui stava già ovunque £1200.
Come dire ebbi l'impressione che bastasse oltrepassare il ùTevere per trovare prezzi migliori.
Una cosa che trovai è la focaccia con sopra i fiori di zucca , buona.
la compravo in un forno in via delle fornaci di cui non ricordo il nome.
Se potessi scegliere dove vivere e lavorare, io sceglierei Roma.
Sia Chiaro anche Bari non è un cattivo posto, anzi...
Direi che la vita è tranquilla anche nel comune in cui vivo, ma io non mi ci trovo.
Sarà un mio problema personale, ma non riesco ad ascoltare i possibili giudizi che possano circolare su di me.

ho l'impressione che qui la vita funzioni a circoli chiusi, e ritrovandomi fuori da qualsiasi di questi, ciò mi impedisca di integrarmi.
Sempre che non dia a questo termine un significato non corretto.



Mi chiedevi di cosa mi occupavbo per il quotidiano?
Scrivevo di cronaca locale e, purtroppo ne pagato, ne sono riuscito ad acquisire il patentino da pubblicista, per il quale servivano due anni di articoli su di un giornale . mi sa almeno trenta all'anno, ma non ricordo bene e la dichiarazione del gionale che mi avesse pagato.
In quel giornale c'erano corrispondenti non pagati, pagati ad articolo pubblicato e stipendiati.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Mer Mar 25, 2009 11:22 am    Oggetto: Re: non mi sentivo chiamato in causa da te Rispondi citando

feodor ha scritto:
In quella frase cercavo di dire che ho l'impressione che ci sono delle situazioni che sembrano quasi cicliche, ed ecco che ci irtroviamo a vivere situazioni che possono sembrare simili a momenti già vissuti.
.


Hai ragione, i corsi e i ricorsi della storia, solo che la storia è sempre quella è l'umanità che cambia, siamo noi persone che affrontiamo in modo diverso ogni evento che ci capita.. speriamo di cavarcela anche questa volta Wink
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Mer Mar 25, 2009 11:32 am    Oggetto: Rispondi citando

ROMA... che bello sei stato impegnato durante il Giubileo, sono arrivata a Roma proprio nel 2000 e visto che abito a due passi dal Vaticano ero sempre lì intorno a godermi lo spettacolo dei Pellegrini.. e che spettacolo ragazzi. Chissà se non ci siamo incrociati una volta Wink .
Per i mezzi hai ragione, muoversi a Roma liberamente è una carta in più. Ho iniziato a rifare da un po' di mesi l'abbonamento, ma prima senza di quello mi sentivo come un uccello in gabbia, ero sempre limitata a fare i conti col tempo, con i biglietti... ora, una "pacchia" Laughing
Il caffè.. io non bevo caffè, ma solo "marocchini", dalle nostre parti si chiamano "espressini", il caffè non riesco a mandarlo giù, quindi ti dico che in centro i prezzi vanno da 80 centesimo fino ad 1,50 euro, ma anche 1.80 se te lo fanno con delle particolarità... regolati, io in quei casi lo chiamo ladronaggio Evil or Very Mad !

La realtà di un piccolo centro la capisco bene, è facile essere fuori dal giro quando non ti adegui, ma non siamo tutti uguali, c'è chi sguazza in questi "giri".. io, come te, preferisco rimanere all'asciutto! Wink
Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
cercoeditore



Registrato: 27/11/09 16:53
Messaggi: 92
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Lun Dic 28, 2009 10:02 pm    Oggetto: Re: i quotidiani... Rispondi citando

[quote="feodor"]Ciao Destino,
I quotidiani hanno subito una trasformazione in questi anni, almeno così sembra a me.
Feodor La Pira[/quote]


E così sembra anche a me! Ho estrapolato questa frase leggendo la conversazione fra te e destino perché trovo che sia terribilmente vero! E' successo qualcosa al mondo dell'informazione dei quotidiani, e non credo c'entri niente la rivoluzione tecnologica. Sono asserviti ed urlanti!

ed è una cosa triste almeno per me che ne son sempre stata una grande consumatrice.

giusto una riflessione

elena Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Mar Dic 29, 2009 2:44 pm    Oggetto: hai colto il segno Rispondi citando

spero non farti un torto chiamandoti per nome.
Ritengo che tu abbia colto nel segno elena, il cambiamento non è dovuto alla tecnologia.
Quello che poni tu è un aspetto, ossia non è solo che sono asserviti, ma in che modo siano asserviti.
Ciò che manca è lo stile, che è venuto meno, come la professionalità.
Si poò essere di parte, ma farlo nel modo in cui si presentano le notizie, ed appunto "le notizie" non altro.
Quando si leggono alcune affermazioni in alcuni editoriali o quando non è nemmeno la propria visione, ma ciò che fa più comodo che si debba credere, non so trovare il modo di commentare....
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
cercoeditore



Registrato: 27/11/09 16:53
Messaggi: 92
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Dic 30, 2009 12:35 pm    Oggetto: Re: hai colto il segno Rispondi citando

Mancanza di stile e di professionalità, e mi trovi d'accordo! A volte mi trovo a leggere con maggior coinvolgimento e adesione articoli di giornalisti molto anziani che vengono e portano con sé un'altra preparazione ed un'altro modo di fare il loro mestiere.
Avremo modo di riparlarne spero visto che il mondo del giornalismo lo hai conosciuto dal di dentro.

Al prossimo anno e buon capodanno

elena Smile



[quote="feodor"]spero non farti un torto chiamandoti per nome.
Ritengo che tu abbia colto nel segno elena, il cambiamento non è dovuto alla tecnologia.
Quello che poni tu è un aspetto, ossia non è solo che sono asserviti, ma in che modo siano asserviti.
Ciò che manca è lo stile, che è venuto meno, come la professionalità.
Si poò essere di parte, ma farlo nel modo in cui si presentano le notizie, ed appunto "le notizie" non altro.
Quando si leggono alcune affermazioni in alcuni editoriali o quando non è nemmeno la propria visione, ma ciò che fa più comodo che si debba credere, non so trovare il modo di commentare....[/quote]
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
feodor



Registrato: 14/12/07 20:56
Messaggi: 90
Residenza: Santeramo in colle

MessaggioInviato: Mer Dic 30, 2009 3:15 pm    Oggetto: vero... Rispondi citando

Al momento ti auguro anche io un buon capoanno e conseguentemente un 2010 sereno.
Non aggiungo altro, perchè mi posso trovare d'accordo con ciò che hai scritoo...
alla prossima.
Feodor La Pira
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Piazza Grande: parliamo di libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group phpbb.it