Indice del forum
FAQ   Cerca   Lista utenti   Gruppi   Registrati  Profilo   Messaggi privati   Log in 

Preferireste scrivere un libro....

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Piazza Grande: parliamo di libri
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Mrs Bennet



Registrato: 29/01/09 17:42
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Mer Feb 11, 2009 6:32 pm    Oggetto: Preferireste scrivere un libro.... Rispondi citando

Scusate, non sono molto pratica, non so se è la sezione giusta e se era il caso di inserire una nuova discussione.. Comunque ormai ci sono.. Preferireste scrivere un libro "commerciale", che quindi avrà un successo immediato, migliaia di stampe e celebrità ma in fondo privo di un significato, oppure un VERO libro?? Vero libro inteso da me come un libro con un significato, ma che magari potrebbe non avere successo..?? Attenzione!! La risposta potrebbe sembrare banale ma non lo è secondo me.. Cool Rolling Eyes
_________________
Leggere vuol dire raccogliere ricordi che non sono stati mai vissuti..
Top
Profilo Invia messaggio privato
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Mar Feb 17, 2009 1:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao Mrs Bennet,
cosa dire, sono convinta che ognuno di noi dirà di voler scrivere un libro VERO, pur rischiando di non avere molto successo, o di non riscuotere molti consensi. Ma in fondo chi ci dice che il libro che abbiamo scritto sia interessante, profondo, o se non sia solo un libro frivolo... e chi ci dice che un libro frivolo, non possa essere allo stebsso tempo interessante e profondo, in fondo!!!
Se ci penso personalmente vorrei scrivere un libro "bello", in primis per me...poi, anche per gli altri che lo leggeranno. Non penso di voler scrivere un libro per avere successo, o per apparire sulle pagine di alcune riviste. Credo che chi ami veramente i libri, o scriverli, quando lo fa non lo fa con questo proposito. Spesso sono coloro che girano intorno allo scrittore a decidere "il dopo".
Ma per fortuna la categoria di chi scrive libri, non è solo divisa tra chi scrive libri VERI, rischiando di rimanere nell'ombra e chi invece scrive libri "commerciali" con tutto il successo che ne deriva.
Esistono anche coloro che scrivono dei libri "memorabili" riscuotendo un successo universale, successo pienamente meritato. Ma esistono anche coloro che abbagliati da un eventuale successo finiscono con lo scrivere pagine che saranno troppo presto dimenticate.
Se dovessi scegliere opterei per i primi Embarassed
Cool

Mi spieghi perchè, secondo te la domanda non è tanto banale?
ciao
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mrs Bennet



Registrato: 29/01/09 17:42
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Mer Feb 18, 2009 8:10 pm    Oggetto: Rispondi citando

Grazie per la tua risposta, mi hai fatto riflettere.. In effetti hai ragione, però secondo me la risposta non è così banale come sembra, e ti spiegherò il perchè.. Tutti dicono di voler scrivere un libro "vero", ma pochi in verità, con la prospettiva di diventare famosi e ricchi, scelgono l'opzione della possibile non-notorietà; e poi che senso ha scrivere un libro se poi non viene letto da nessuno?? Pubblicare un testo vuol dire VOLER mettere a disposizione del pubblico.. Scrivere un libro "commerciale" secondo me è inserire i temi che il pubblico di oggi vuole, le solite storie certo (ad esempio Moccia, Meyer e compagnia bella), ma sempre vincenti a mio avviso, soprattutto fra il pubblico giovanile.. Volendo quindi guadagni e celebrità, oltre che molta fortuna, occorrono i "giusti ingredienti", che magari sono sono consoni al proprio stile, ma che garantiscono buone possibilità di emergere.. Ha senso dunque compromettere i propri ideali, i propri gusti, per affermare quello che non si è realmente??
Forse si, perchè è sicuramente più facile pubblicare un libro "vero" avendo la strada spianata da un libro precedente di molto successo!!..
_________________
Leggere vuol dire raccogliere ricordi che non sono stati mai vissuti..
Top
Profilo Invia messaggio privato
destino



Registrato: 28/01/06 20:04
Messaggi: 743

MessaggioInviato: Gio Feb 19, 2009 1:16 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao, volevo scusarmi per non essere stata chiara, non volevo dire che era una domanda, o risposta banale, ci mancherebbe. Quello che intendevo, invece, era il fatto che si da per scontato che ognuno dica di voler scrivere un libro "VERO". Non credo che molti vorrebbero scrivere una "cretinata" di successo....anche se, in giro ce ne sono tanti... se ci penso bene Rolling Eyes Laughing
Per quanto riguarda il discorso dello scrivere un libro che ti permetta di farti conoscere, pur trattando un argomento "frivolo" e con poco spessore. Sono daccordo con te, senza dimenticare il fatto che, comunque, ciò sia un'arma a doppio taglio. Chi esordisce con un libro "leggero", ma di grande impatto, che incontra il gusto di un certo pubblico... tendenzialmente viene catalogato in una certa cerchia di scrittori. Affermarsi, in seguito, con un libro "VERO" di spessore, per intenderci, di quelli che non si dimenticano.. incontra un po' di difficoltà nel cercare di imporsi con credibilità anche verso un pubblico diverso. Spesso chi scrive un romanzetto "spicciolo"... non viene dimenticato, o se vogliamo esagerare.. "perdonato" Shocked , da alcuni tipi di lettori.
La fatica sarà tanta, l'impegno enorme.... ma si sa che "chi non soffre non suda".
Comunque, a prescindere da tutto, credo che ogni scrittore meriti sempre rispetto, al di là dell'argomento trattato. Può piacere, o non piacere, ma il rispetto sempre!!!
Ciao Cool
_________________
Sarei contento solo se il mio corpo fosse la mia anima...
Così tutti i venti, tutti i soli e tutte le piogge
sarebbero da me sentiti nell'unico modo che vorrei...
Top
Profilo Invia messaggio privato
lizzy



Registrato: 18/03/09 15:51
Messaggi: 56

MessaggioInviato: Mer Apr 01, 2009 3:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

ciao mrs bennet,per rispondere alla tua domanda sinceramente non ci ho dovuto pensare molto,forse per come sono fatta,forse per i libri che mi sono piaciuti e che mi piacciono...o meglio per entrambe le cose.quindi direi che preferirei davvero riuscire a scrivere un libro che potesse essere definito non commerciale e che riuscisse a fare riflettere(anche me) in quanto dovrebbe incuriosire ed emozionare.se fossi in grado di scriverlo non sarei di certo uno scrittore che scrive solo per contratto. spero di essermi spiegata.Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
PhilipMarlowe



Registrato: 20/12/09 10:21
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Mer Feb 10, 2010 4:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sicuramente l'aspirazione più profonda sarebbe quella di scrivere un libro che a livello di pensiero possa stare accanto ai grandi.
E sicuramente non mi dispiacerebbe avere scritto Il codice da Vinci o Harry Potter, giusto per fare un poco di dindi. Però se dovessi scegliere con un aut-aut preferirei la prima ipotesi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cercoeditore



Registrato: 27/11/09 16:53
Messaggi: 92
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Sab Feb 13, 2010 8:52 am    Oggetto: Rispondi citando

La domanda mi fa riflettere sul fatto che purtroppo sono in commercio tanti libri "falsi", ossia libri che non nascono da uno spontaneo incontro fra uno scrittore, persona che per natura, predisposizione e preparazione scrive con le reali essigenze della società che lo circonda; bensì libri costruiti a tavolino per attivare macchine unicamente commerciali.
Io scrivo ed ho pubblicato un romanzo. Scrivo perché sono fatta così, sono una che scrive e scrive narrativa. Posso assicurarti che se una persona scrive vuole essere letta e se quando viene letta il suo lettore prova piacere e si diverte la soddisfazione è enorme. Tutto questo non può prescindere però da un riconoscimento economico perché il mestiere dello scrittore è faticoso e difficile. Il riscontro economico deve essere dato dalla riuscita: se il libro vende vuol dire che l'incontro di cui dicevo ad inizio messaggio è riuscito!
Lo so che in realtà non è così ma a mio parere questo dovrebbe essere: la cosa più semplice.

ciao e bella domanda
elena Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Piazza Grande: parliamo di libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group phpbb.it