Indice del forum
FAQ   Cerca   Lista utenti   Gruppi   Registrati  Profilo   Messaggi privati   Log in 

La vosta letteratura preferita

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Piazza Grande: parliamo di libri
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
saaambaaat



Registrato: 24/10/06 22:16
Messaggi: 21
Residenza: Volar lassù in alto

MessaggioInviato: Lun Gen 15, 2007 1:56 pm    Oggetto: La vosta letteratura preferita Rispondi citando

Come molti avranno intuito leggendo i miei post, sono un onnivoro. Eppure da quando, un paio di mesi fa, mi sono gettato finalmente (erano anni che mi ripromettevo di farlo e finalmente l'ho fatto...) sulla grande letteratura russa dell'ottocento ho intutito che, almeno per me, non esisterà mai più nulla di uguale.

Tolstoj, Doestoewskij, Turgenev, Puskin, Afanas'iev...
Per me, come per ogni cosa, c'è un'età d'oro per ogni arte:
la scultura di Fidia nell'antica Grecia, la pittura nel Granducato di Toscana e nella Serenissima Repubblica di Venezia con Michelangelo-Raffaello-Leonardo-Caravaggio-Tiepolo, l'architettura medievale gotica dell'Europa del Nord Colonia-Bourges-Parigi, la filmografia americana del '900, la letteratura russa dell'ottocento.
_________________
Libri sul comodino (at now):
Feha Gìbuss ed il Libro della Profezia di Ewn Garaban',
Resurrezione di Tolstoj,
ICosacchi di Tolstoj,
Il cavallo Rosso di E.Corti,
Il piccolo principe StE.
Top
Profilo Invia messaggio privato
rona



Registrato: 15/01/07 15:30
Messaggi: 74

MessaggioInviato: Lun Gen 15, 2007 3:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

saaambaaat hai perfettamente ragione.
Anche io divento scema per la letteratura russa e più un autore è sconosciuto (e soprattutto impronunciabile) più mi entusiasmo. Anzi, il tuo post mi consola perchè vuol dire che non sono l'unica pazza a masticare simili mattoni e trovarli per di più appassionanti e semplicemente unici (ti confido di aver subito bonarie vessazioni per questo mio pallino per le letture "impegnative"). Ho da poco scoperto Nikolaj leskov (il viaggiatore incantato) e te lo consiglio anche se la qualità non raggiunge lo spessore dei mostri sacri a tutti noi molto noti...
Abrazos Rona
Top
Profilo Invia messaggio privato
Merovingio



Registrato: 25/09/06 17:32
Messaggi: 726

MessaggioInviato: Mer Mar 21, 2007 12:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Non saprei...parlare di età dell'oro, a mio avviso è inappropriato perchè la letteratura, come del resto ogni forma d'arte, trae origine dal contesto storico-culturale del proprio tempo, rappresentandolo.
COmunque la mia letteratura preferita è quella inglese dell'ottocento: in quel periodo formidabili autori ci hanno regalato opere intramontabili, tra cui spiccano quelle di Dickens, il padre del romanzo. Inoltre amo anche la letteratura d'inizio '900, in particolar modo gli autori della corrente dello "stream of consciousness".

Per quanto riguarda la pittura, la mia corrente preferita è l'impressionismo francese, nonchè il post-impressionismo. Primo tra tutti Van Gogh (anche se era olandese Wink ).
Very Happy
_________________
Waiting for...
Io però mi sono rotto di waitare!!
Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
la_sciura_lella



Registrato: 15/06/07 19:46
Messaggi: 5
Residenza: milano

MessaggioInviato: Lun Giu 18, 2007 6:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cavolo, che domanda difficile!

Non saprei sinceramente.

La russa è sempre piaciuta anche a me, in effetti, ma ho sempre pensato che la letteratura tedesca fosse quella più costante nel tempo (da Goethe a Hesse per intenderci).

Poi adoro quella francese con Sartre, Comte (anche se possono tranquillamente considerarsi filosofi) e la poesia di Baudelaire.

Quella inglese è quella più incostante a parer mio. Alcune cose proprio non si possono proprio leggere. Altre si divorano.

E poi quella italiana... Manzoni, Dante, Foscolo, Pirandello, Goldoni.

Insomma... La letteratura mi piace.
_________________
Il blog della sciura
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
leodeirossi



Registrato: 18/05/07 21:26
Messaggi: 33

MessaggioInviato: Mar Giu 19, 2007 9:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ottimismo, ragazzi.
l'età dell'oro inizia oggi.
molti leggeranno il (finalmente sdoganato) Maestro:
Louis-Ferdinand Céline
e alcuni impareranno a scrivere.
così come Nietzsche ha creato schiere di filosofi,
così Céline genererà i nuovi scrittori.
comunque la mia lettura preferita è "così parlò zarathustra".

"e zarathustra se ne ando', ardente e forte come un sole del mattino che sorge da nere montagne"
_________________
leonardo dei rossi
www.leodeirossi.splinder.com
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
robertina



Registrato: 06/03/06 16:33
Messaggi: 728
Residenza: costiera amalfitana

MessaggioInviato: Dom Nov 04, 2007 9:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

la mia letteratura preferita....non saprei...amo la letteratura in generale,anche se ho letto molto poco.la letteratura inglese è quella che forse preferisco maggiormente..shakespeare, e...d.h. lawrence, Virginia woolf, andrè gide..il circolo bloomsbury più di tutti.ma naturalmente anche quella italiana...svevo, pirandello..
non ho ancora avuto modo di leggere quella russa, però... Rolling Eyes
_________________
we've got to live, no matter how many skies have fallen!!!

Sogno di una notte di fine estate!!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
grimilde



Registrato: 12/12/07 13:11
Messaggi: 25
Residenza: roma

MessaggioInviato: Mer Dic 12, 2007 8:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

è meraviglioso trovarsi finalmente a parlare con qualcuno che mi capisce. sono una patita di letteratura classica ma soprattutto ho il pallino della letteratura russa. anche secondo me parlare di età dell'oro è appropriato...e poi anche per quanto riguarda merovingio...ottimi gusti! (sia per quanto riguarda la letteratura che -soprattutto- per quanto riguarda la pittura)... leggi volentieri anche joice? io lo trovo geniale...
approfitto per aggiungere che molti considerano "l'idiota" il capolavoro di Dostoevskij. pur essendo -non c'è dubbio- un capolavoro, io considero superiore "delitto e castigo" da un punto di vistaletterario, di valore dell'opera, e "i fratelli karamazov" in quanto ad "architettura" letteraria. comunque un grandissimo autore, sempre incredibilmente attuale. da tempo ormai non faccio che ripettere inutilmente a tutti che definire la letteratura russa "pesante" è un inutile clichè, come dire "non ci sono più le mezze stagioni"...bah, speriamo di non essere in pochi...
_________________
gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti
(Aristotele)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lavinia89



Registrato: 22/11/07 12:46
Messaggi: 21
Residenza: Maddalocchio (Caserta)

MessaggioInviato: Gio Dic 13, 2007 12:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

A me piacciono un po' tutti i generi, a parte il fantasy. Infatti, leggo di tutto.
Per quanto la letteratura russa, volendo recuperare l'argomento dei precedenti mesaggi, in realtà, ho letto poco: un libro sul teatro di Cechov (Zio Vanja, Il giardino dei ciliegi, Tre sorelle, Il gabbiano) , un libro di poesie di Puskin, La sonata a Kreutzer di Tolstoj.
Avrei anche Lolita, ma non so se è possibile catalogarlo nella letteratura russa o meno (anche se, personalmente, non ce lo metterei) .
_________________
° A picture with a smile, and perhaps, a tear °
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo
grimilde



Registrato: 12/12/07 13:11
Messaggi: 25
Residenza: roma

MessaggioInviato: Gio Dic 13, 2007 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

per Cechov puoi tranquillamente fermarti al teatro, anche se "il fiammifero svedese" è intererssante. per quanto riguarda tolstoj, penso che potresti leggere almeno i tre pilastri: guerra e pace, anna karenina e resurrzione, tre classici oserei dire indispensabili...puskin meriterebbe certo attenzione, ma se non sei un'appassionata è superfluo approfondire...per quanto riguarda lolita effettivamente sono in dubbio, forse attuerei la tua stessa scelta...chissà...
_________________
gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti
(Aristotele)
Top
Profilo Invia messaggio privato
rona



Registrato: 15/01/07 15:30
Messaggi: 74

MessaggioInviato: Gio Dic 13, 2007 11:21 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ciao a tutti. Sono contenta che si stia continuando a parlare della letteratura russa. Quoto quanto detto da grimilde sul luogo comune che la letteratura russa sia un mattone insostenibile. Probabilmente sono voci di chi non si è mai soffermato ad assaporare la profondità di questa letteratura. Ai suggerimenti di grimilde su tolstoj aggiungerei anche i racconti di sebastopoli e i cosacchi, davvero belli...
Di Dostoevskij ho apprezzato...anzi...ho amato memorie di una casa morta (o memoria della casa dei morti o qualche altra variazione sul tema a seconda delle traduzioni)...
Besos Rona
Top
Profilo Invia messaggio privato
grimilde



Registrato: 12/12/07 13:11
Messaggi: 25
Residenza: roma

MessaggioInviato: Ven Dic 14, 2007 11:22 am    Oggetto: Rispondi citando

eh, ma anche con i fratelli karamazov non si scherza! meraviglioso...
_________________
gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti
(Aristotele)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lavinia89



Registrato: 22/11/07 12:46
Messaggi: 21
Residenza: Maddalocchio (Caserta)

MessaggioInviato: Ven Dic 14, 2007 4:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il fatto è che Guerra e Pace o Anna Karennina sono troppo per me, ci impiegherei secoli a leggerli.
Piuttosto, mi hanno consigliato "Le notti bianche" di Dostoevskij e credo proprio che me lo prenderò.
_________________
° A picture with a smile, and perhaps, a tear °
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo
grimilde



Registrato: 12/12/07 13:11
Messaggi: 25
Residenza: roma

MessaggioInviato: Ven Dic 14, 2007 4:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

a me è piaciuto, però non è il massimo che ci ha dato dostoevskij...al limite se cerchi una cosa breve potresti tentare con il giocatore...
_________________
gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti
(Aristotele)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Lavinia89



Registrato: 22/11/07 12:46
Messaggi: 21
Residenza: Maddalocchio (Caserta)

MessaggioInviato: Ven Dic 14, 2007 4:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

Massì. Io per il momento incomincio con Le notti bianche, soprattutto per l'ambientazione (sono stata a San Pietroburgo, è magnifica) !
Embarassed
_________________
° A picture with a smile, and perhaps, a tear °
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage Yahoo
grimilde



Registrato: 12/12/07 13:11
Messaggi: 25
Residenza: roma

MessaggioInviato: Ven Dic 14, 2007 6:35 pm    Oggetto: Rispondi citando

beata te...come ti invidio (comunque il 95% della produzione di dostoevskij è ambientata a sanpietroburgo)
_________________
gli uomini colti sono superiori agli incolti nella stessa misura in cui i vivi sono superiori ai morti
(Aristotele)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Piazza Grande: parliamo di libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group phpbb.it